Iniziative 

Progettare e valutare per competenze 

Nell’ambito del Piano di Miglioramento dell’“Istituto Cardinal Marcantonio Barbarigo”, redatto nell’a.s. 2015/2016, la Scuola ha realizzato un corso d’aggiornamento dal titolo “Progettare e valutare per competenze”, durante il quale i docenti di ogni ordine e grado dell’Istituto, valorizzando tutta la loro esperienza e professionalità, hanno creato progetti scolastici volti all’interdisciplinarità e allo sviluppo delle competenze.
 
Il lavoro svolto ha portato la comunità docente a riflettere su quanto la progettazione curriculare in verticale dei differenti ordini e gradi e la valutazione per competenze siano un insieme di strategie orientate all’emersione delle competenze degli studenti, un approccio che si situa nel solco della crescita nell’apprendimento lungo l’arco della vita che la scuola accompagna.
 
Dentro un quadro teorico-concettuale multiprospettico, i docenti dell’infanzia, della primaria e della secondaria di primo grado sono stati invitati a realizzare alcune progettazioni didattiche partecipate dai loro stessi studenti in modo da aprirsi alla creatività sempre innovativa che tutti gli alunni possono esprimere, nell’infanzia e nella fanciullezza. Per tale motivo hanno dovuto ideare e realizzare progetti disciplinari e interdisciplinari per competenze fondati sulle caratteristiche del “compito di realtà e autentico” che passa per le esperienze multiple che gli alunni fanno - sia a scuola che nel tempo dell’extra-scuola - accompagnandoli, inoltre, a prime ed esplorative esperienze di autovalutazione.
 
Il percorso li ha accompagnati a focalizzare ancor meglio quanto la valutazione sia un momento non puntuale, ma piuttosto situato in uno spazio di tempo lungo nel quale gli insegnanti sono chiamati a considerare non solo il prodotto, ma anche il processo di apprendimento e costruzione del prodotto della conoscenza, andando così a valorizzare tutte quelle azioni pedagogiche che entrano nei processi valutativi come spazi di corresponsabilità fra docente e discente. 
 
Nell’alveo di queste riflessioni, e nell’intento di accompagnare gli studenti di ogni ordine e grado a maturare strumenti di autovalutazione e mètacognizione, durante il corso gli insegnanti hanno dovuto realizzare alcuni workshop che sono entrati in dialogo con la didattica attuata nel periodo della formazione. Alcuni di questi lavori e compiti autentici, svolti e realizzati con gli alunni, sono offerti alla condivisione di tutta la comunità docente e delle famiglie degli alunni del Pontificio Istituto Maestre Pie Filippini “Cardinale Marcantonio Barbarigo”.  (Formatrice: Rosanna Consolo)

a) I sette re di Roma
b) decoriamo il nostro giardino
C) ​conosciamo il nostro corpo






Corso British

Quest’anno la frequenza al corso di lingua inglese pomeridiano The Quantock Institute che funziona nell’Istituto da tanti  anni, è aperta non solo agli studenti della scuola secondaria ma anche  agli alunni della scuola primaria.
Il progetto, finalizzato a  potenziare le abilità comunicative in lingua inglese, si svolge con cadenza settimanale e è tenuto da un’insegnante di madre lingua.
La scuola incoraggia questo corso perché è:
·      una lingua conosciuta e parlata in quasi tutto il mondo;
·      la lingua degli affari e degli scambi commerciali: se un italiano e un giapponese devono vendere o acquistare qualcosa, usano l’ Inglese;
·      la lingua dei nuovi mezzi tecnologici: computer, stereo e videoregistratori; i piloti degli aerei e i capitani delle navi, per comunicare tra di loro, utilizzano questa lingua;
·      una lingua molto utile per il turista, dal momento che l’inglese è parlato in molte località del pianeta;
·      la lingua della musica leggera: basta accendere la radio per sentire che la maggior parte delle canzoni è in Inglese.
In maggio, gli alunni sostengono, presso la nostra scuola, l’esame per il conseguimento  delle certificazioni Cambridge English


Laboratorio Teatrale

L’esperienza del laboratorio teatrale con docenti qualificati DAMS continua a dare ottimi risultati.  
Lo svolgimento del progetto, in orario curricolare, si pone come arricchimento del curricolo e secondo modalità laboratoriali; viene proposto a tutte le classi della scuola secondaria di I grado e alle classi III – IV e V della scuola primaria.
Non si propone la formazione dell’attore o la semplice messa in scena di un testo, che rimarrebbe un’esperienza, pur piacevole, ma fine a se stessa: è inteso, invece, come un mezzo per migliorare il rapporto con se stessi, per abilitare al lavoro di gruppo e per crescere nell’accettazione di sé e degli altri nel confronto reciproco.
Il laboratorio teatrale, inteso come forma interattiva di linguaggi diversi: verbale, non verbale, mimico, gestuale, musicale, si configura come prezioso strumento formativo multidisciplinare e interdisciplinare
Inoltre attraverso il teatro si potenzia e si accresce notevolmente l'autostima, la disinibizione e la creatività dei ragazzi, vengono resi protagonisti degli avvenimenti scenici. Come il gioco li aiuta a scoprire e a conoscere nuovi aspetti della propria personalità, così le attività teatrali sviluppano la relazione con se stessi e con gli altri e costruiscono e rafforzano l’identità della persona.
Al termine del laboratorio è previsto un importante spettacolo conclusivo nel quale sono utilizzati e proposti i risultati ottenuti nel laboratorio. 



Viaggi di Istruzione

La scuola considera i viaggi di istruzione, le uscite didattiche, le visite guidate a musei,  a mostre, a manifestazioni culturali, e partecipazione ad attività teatrali, parte integrante e qualificante dell’Offerta Formativa perché rivestono un ruolo importante nella formazione degli alunni, danno l’opportunità di approfondire sul campo i temi trattati in classe e ampliare le conoscenze.
L’attività fuori classe, poi, è anche un momento privilegiato per la socializzazione.